Teatro e Cabaret

Artista per Spettacoli di teatro e cabaret (Firenze, Siena, Arezzo e Grosseto)

I primi passi di Massi Fruchi nel mondo dell’arte sono stati mossi come comico e, successivamente, attore, prima di trovare la propria strada in quello che oggi è il suo campo d’azione primario, cioè quello della musica, del canto e dell’intrattenimento a matrimoni, cerimonie e feste di ogni tipo. Nonostante questi sviluppi, Massi Fruchi è a tutt’oggi impegnato in alcune rappresentazioni teatrali.

Gli spettacoli cui prende parte come attore sono principalmente a carattere comico e divertente, date la sua naturale simpatia e il lavoro svolto nel mondo della comicità (soprattutto all’interno del vivaio di Zelig Lab Toscana), ma non per forza circoscritti solo a questo ambito.

Anche da questo punto di vista Massi Fruchi si dimostra versatile e può accettare, all’occorrenza, di prendere parte in qualità di attore a manifestazioni o spettacoli di vario genere e tipologia, finanche di rappresentare qualche proprio monologo comico o interpretarne qualche altro ben più noto al grande pubblico.

CabarEtto
La forza del Divertimento

Nel mondo del teatro, una menzione speciale per Massi Fruchi la deve avere lo spettacolo da lui ideato, scritto e interpretato a partire dalla primavera 2016: “CabarEtto”. Forte delle esperienze estive di animatore (prima) e capo-animatore (poi) nei villaggi turistici, Massi Fruchi ha pensato di rendere dignità ai pezzi della tradizione cabarettistica italiana dando loro una veste teatrale che potesse renderli fruibili a tutti come fossero parte di un’unica commedia.

È nata così la collaborazione con giovani amici ed attori in erba quali Annalisa Cuccoli, Francesco Marini e Gloria Giovannetti (cui, in un secondo momento, si è aggiunta anche Jessica Citroni), i quali sotto il coordinamento di Massi Fruchi hanno contribuito a dare a “CabarEtto” la forma definitiva che ha oggi. Lo spettacolo, rappresentato nelle province toscane di Firenze, Arezzo, Pistoia e Siena, anche all’interno di rassegne teatrali di spessore, è giunto nel 2018 a superare le selezioni del Festival Nazionale della Commedia Dialettale di Travagliato (Brescia), arrivando dunque a parteciparvi.

Dopo la data di rappresentazione al Teatro Comunale Pietro Micheletti di Travagliato, lo spettacolo è stato premiato con il terzo posto assoluto della classifica di gradimento del pubblico ed il cast con la targa di “Migliori attori emergenti”. Un successo inaspettato e insperato, che però ha fatto capire come l’esperimento visionario di Massi Fruchi avesse ragione di essere posto in essere e che ha ripagato il gruppo, tutt’oggi impegnato in giro per i teatri toscani e non con ulteriori rappresentazioni dello stesso spettacolo, dei tanti sacrifici fatti per arrivare fino a questo traguardo.